HYDEA – Codice Etico

Art. 1

Ambito applicazione

Le disposizioni del presente Codice operano nei confronti dei dipendenti, dei collaboratori e dei consulenti della società a qualsiasi titolo operino in nome e per conto della Società.

I dipendenti e i consulenti si obbligano ad osservare le disposizioni del presente Codice all’atto dell’assunzione in servizio, in qualsiasi veste operino.

Art. 2

Principi generali

I dipendenti e i consulenti debbono tenere un comportamento ispirato a lealtà, imparzialità, diligenza nonché a correttezza personale, evitando ogni abuso dalla propria posizione con lo scopo di conseguire indebiti vantaggi per sé o per altri.

Art. 3

Comportamento

I dipendenti svolgono la propria opera con impegno e costanza, attendendo quotidianamente e con solerzia alle mansioni ed agli incarichi affidatigli, nel rispetto delle leggi e delle normative vigenti.

Nel fruire dei beni e dei servizi a disposizione per il suo lavoro, il dipendente dovrà, in ogni momento, essere in grado di giustificare l’uso come conforme al corretto esercizio della propria attività.

Il dipendente e il consulente opera nella massima trasparenza. Non determina né concorre a determinare situazioni di privilegio e non ne fruisce.

Nello svolgimento dei suoi compiti il dipendente o il consulente:

  1. Non assume impegni, né fa promesse in ordine a questioni che rientrino nella competenza altrui;
  2. Non partecipa a incontri informali con soggetti interessati, dedicati a questioni rilevanti ai fini dell’attività aziendale, se a ciò non espressamente autorizzato dal responsabile di commessa.

Art. 4

Divieto di accettare doni o altre utilità

Ai dipendenti è fatto divieto di accettare, anche in occasione di festività, per sé o per altri, donativi o altre utilità da soggetti in qualsiasi modo interessati all’attività della società, ad eccezione dei regali d’uso di modico valore.

Il soggetto che, indipendentemente dalla sua volontà, riceve dono o altre utilità di non modico valore, comunica tempestivamente e per iscritto la circostanza all’Organismo di Vigilanza, provvedendo, nel contempo, alla restituzione di essi.

Analogamente, ai dipendenti è fatto divieto di offrire donativi o altre utilità, ad eccezione dei regali d’uso di modico valore.

Art. 5

Conflitto di interesse

I dipendenti e i consulenti, nell’esercizio delle loro funzioni, non assumono decisioni e non svolgono attività inerenti alle loro mansioni, ove versino in situazioni di conflitto di interesse. Tutti coloro che si venissero a trovare in un caso di interesse configgente con quello di Hydea, devono darne immediata informazione all’O.d.V.-

Art. 6

Obbligo di riservatezza e segreto d’ufficio o professionale

I dipendenti e i consulenti sono tenuti al rigoroso rispetto del segreto d’ufficio e di ogni ulteriore obbligo di riservatezza inerente su notizie relative alla società. Tutti coloro che venissero a conoscenza di un uso improprio di informazioni riservate o privilegiate o di un trafugamento di qualunque tipo di dati di proprietà della Società e/o di violazioni della privacy, devono darne immediata informazione all’O.d.V.

Art. 7

Obblighi in materia di privacy

I dipendenti, i consulenti ed i collaboratori sono tenuti nel rispetto della normativa in materia di privacy (cfr Reg. Eu 2016/679 e Dlgs 196/03 e succ. mod.) all’obbligo di riservatezza circa i dati personali di cui Hydea è Titolare del trattamento in conformità con le istruzioni fornite da Hydea e delle nomine ricevute.

Art. 8

Modello Organizzativo, Gestionale e di Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001

I dipendenti e i consulenti sono tenuti al rigoroso rispetto del Modello Organizzativo e ad effettuare con puntualità e completezza le eventuali segnalazioni agli organi societari previste al verificarsi degli eventi indicati nel modello stesso. Il Documento Esplicativo del Modello ai sensi del D.lgs.231/2001 è pubblicato sul sito web.

Art. 9

Sanzioni e risarcimento danni

Le violazioni al presente codice etico ed alle norme o procedure richiamate nel Modello Organizzativo attiveranno le sanzioni previste dal Sistema Disciplinare.

Hydea S.p.A. si riserva in ogni caso il diritto di ricorrere ad ogni rimedio previsto dalla legge o dall’equità a proprio favore per la violazione delle suddette condizioni, inclusa la richiesta di risarcimento dei danni.